“La fine di un’era, il Postmodernismo”: 11° edizione del Festival delle Arti

Sarà dedicata al Postmodernismo l'11° edizione del Festival delle Arti in programma a Cervia nella suggestiva cornice del Palazzo dei Salinari e del Porto Canale da venerdì 29 giugno a domenica 1° luglio. Oltre 70 i protagonisti di “La fine di un’era, il Postmodernismo”, titolo e tematica portante di questa edizione organizzata dall’Associazione Culturale “Il Cerbero”, in collaborazione con il Comune di Cervia, con il patrocinio della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna, in cui come sempre gli artisti daranno vita alle loro opere in diretta, a terra o su cavalletto, mentre i bambini apprenderanno i fondamenti dell'arte in laboratori a loro dedicati grazie alle sapienti lezioni di Alice Iaquinta (costruzioni in legno), Michela Del Bene (Cartonages), Nives Guazzarini (manipolazione della creta) Paola Maltoni (mosaico), Gianpiero Maldini, Claudio Irmi e Luciano Medri (pittura). Arte per grandi e piccini, insomma, con al centro la corrente postmodernista nata negli anni '70, un nuovo modo di porsi nei confronti del moderno, nè in opposizione nè per il suo superamento. A cornice della tre giorni del Festival delle Arti di Cervia anche tanta musica con i live dei Jean Fabry sabato 30 giugno alle ore 21 e di Claudio Molinari e affini + Angie domenica 1° luglio, due gruppi che fondono genuina romagnolità e ottimo sound. Momento di cultura e solidarietà, invece, venerdì 29 giugno alle ore 21 con la presentazione del libro “Il battito delle corde” del giornalista Alessandro Mischi: parte del ricavato dalle vendite del libro sarà devoluta alla signora Cinzia Lauriola di Cavezzo, colpita dal recente sisma che ha funestato l'Emilia.

Alberghi di Cervia Consigliati